DIETA IPOCALORICA

COSA DEVE CONTENERE:

È la dieta migliore in quanto permette di mangiare in modo equilibrato e di perdere un chilo alla settimana come raccomanda l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Contiene il 55% di carboidrati, il 15% di proteine e il 30% di lipidi.

Vantaggi: seguendo tale dieta si impara a mangiare in modo sano e i benefici sono duraturi.

È importante che sia personalizzata, in base al proprio stile di vita, in tale modo la massa muscolare e l’elasticità cutanea non subiscono perdite di tono.

Effetti indesiderati non ci sono se: il cibo contiene una giusta dose di nutrienti, come potassio, ferro, vitamine e omega tre. Se questi non sono nelle giuste proporzioni, si potrà accusare stanchezza e crampi. Durante la visita medica si decide l’obiettivo da raggiungere, è consigliabile calare un chilo alla settimana e non due per evitare problemi estetici come smagliature e lassità cutanea.

IL CASO CLINICO

Federica è una ragazza di 25 anni, presenta dopo i pasti dolori addominali, mangia in fretta e si sente sempre stanca. Inoltre vicino al ciclo presenta una variazione di peso di due chilogrammi. È in sovrappeso di tre chili

Soluzione
Dieta bilanciata 1200 calorie Pasti bilanciati, la frutta lontano dai pasti per evitare fermentazione con spiacevole sensazione di gonfiore addominale. Insieme alla carne e al pesce deve consumare una porzione di carboidrati, come riso, farro e orzo, almeno tre frutti ricchi di potassio per contrastare la ritenzione ed un integratore con il ferro per recuperare l’energia fisica e contrastare la stanchezza da anemia.

Risultato
Tre chili persi in tre settimane
Scomparsa del gonfiore addominale e della stanchezza dopo la prima settimana
Pelle più tonica, aumento del buonumore. Perdita di 8 centimetri sul giro vita e 6 centimetri sulle cosce.