Nutrizione

Le diete - Nessun trattamento che abbia come meta finale un calo ponderale può prescindere da un regime dietetico dimagrante, anche se è sempre necessario un consulto presso uno specialista per determinare con precisione il tipo di dieta più adatto al caso specifico. Quasi sempre dopo un regime alimentare ipocalorico, in seguito ad una perdita di peso del 5 % o superiore, si può avvertire una maggiore energia, poiché si sente il proprio corpo più agile. Inoltre l'ottimismo cresce per il fatto di vedere avvicinarsi l'obiettivo concordato.
Per mantenere il peso in genere una donna necessita di 2300 Calorie, mentre un uomo di 2900 Calorie per un'attività moderata.

» Approfondisci


Fitoterapia - La fitoterapia (terapia con le piante) stimola l'organismo a reagire alla malattia, senza causare effetti collaterali, tipici invece dei farmaci tradizionali. Naturalmente anche le piante (semi, radici, foglie o fiori) vanno prescritte con cautela (sotto forma di tintura madre, polvere, macerato glicerico, estratto secco, titolato).
Occorre non abusare soprattutto dei lassativi vegetali, in particolare della senna, la quale irrita l'intestino e porta ad una colite cronica, se non sospesa, oppure dei prodotti di alghe ricchi di iodio, utilizzati sia per dimagrire che come lassativi, che se assunti per lungo tempo - più di sei mesi - possono comportare problemi alla tiroide. Quest'ultima dapprima aumenta la sua funzionalità, ma poi per un meccanismo di regolazione - effetto Wolff-Chaikoffla sua azione.

» Approfondisci


Vitamine - Le vitamine sono necessarie solo in piccole dosi, e devono essere introdotte con i cibi poiché l'organismo non è in grado di produrle. Esse non costituiscono una fonte di energia ma sono indispensabili per l'accrescimento e le funzioni vitali.
Le vitamine si dividono in liposolubili, cioè solubili nei grassi (vitamine A, D, E, K) - che sono trasportate dai lipidi, e possono quindi accumularsi all'interno del corpo umano - e idrosolubili - che tendono a sciogliersi nell'acqua e non possono quindi essere accumulate nell'organismo, ma devono venire assimilate quotidianamente con i cibi (vitamine del gruppo B, vitamina C, acido folico, niacina).

» Approfondisci


Sali minerali - I sali minerali sono sostanze presenti in tutti gli alimenti, in percentuali variabili. Essi sono indispensabili poiché assicurano lo svolgimento di processi vitali cellulari che avvengono a tutti i livelli nell'organismo. Tra i più importanti minerali presenti nel corpo umano in quantità notevoli (circa il 4% del peso corporeo è, mediamente, composto da queste sostanze) vi sono il calcio, il fosforo e il potassio, ed in misura minore il ferro, il magnesio e il sodio. Vengono definiti oligoelementi, invece, quei sali minerali di cui vi sono soltanto tracce nell'organismo, pur essendo altrettanto indispensabili (rame, zinco, selenio, cadmio, manganese e cromo).

» Approfondisci


Colesterolo - Se i valori del colesterolo nel sangue superano i 200-230mg/dl si è maggiormente a rischio di malattie cardiovascolari. La dieta non dovrà contenere più di 300 mg di colesterolo.

» Approfondisci